Cerca
  • Donatella

Outdoor: bonus, la via sostenibile all’en plein air

Aggiornamento: 31 mag

#outdoor #smartliving #smartworking #urbantime #homeworking #newnormal #design



Parliamo nuovamente di Outdoor, un settore strategico per molti comparti dell’economia. Messo in difficoltà, in questi ultimi giorni, dalla riforma della cessione del credito.


Tendenze


In questa puntata ho un ospite speciale, Gianfranco Bellin, presidente di Assotende – Federlegno Arredo e amministratore delegato di Gibus, importante azienda che produce tende e pergole

https://www.internimagazine.it/approfondimenti/inchieste/outdoor-new-normal/

Quello delle schermature solari è un mercato che ha fatto ottimi risultati anche nel 2021 ma che ora, con le limitazioni alla cessione del credito, rischia di subire una battuta di arresto.


Una sola cessione per i crediti da bonus edilizi e bonus anti Covid: il beneficiario della detrazione potrà ancora cedere il credito ad altri soggetti, compresi banche e intermediari finanziari, ma questi non potranno cederlo a loro volta; allo stesso modo, fornitori e imprese che praticano lo sconto in fattura potranno recuperarlo sotto forma di credito d’imposta e cederlo una sola volta ad altri soggetti, che però non potranno a loro volta cederlo. La chiusura alla circolazione dei crediti prevista dal decreto Sostegni per il contrasto alle frodi rischia così di mettere in crisi il mercato edilizio (e finanziario).


Dati e ricerche


Cominciamo a pensare all’estate, alle nostre coste e alle attività balneari…

Secondo i dati di Unioncamere aggiornati al 2019, la riviera romagnola è la “culla” delle imprese impegnate nelle attività di “gestione di stabilimenti balneari”: 1.064 su 6.823 complessivamente. La predominanza delle località romagnole emerge chiaramente dalla graduatoria dei comuni italiani con il maggior numero di realtà imprenditoriali del settore. Nei primi cinque posti si trovano, infatti, quattro comuni romagnoli: Ravenna (194), Cervia (164), Rimini (155) e Riccione (120). Se si aggiungono le 112 imprese di Cesenatico (in settima posizione), i cinque comuni romagnoli totalizzano 745 realtà imprenditoriali, il 70% di tutte le infrastrutture della riviera romagnola e l’11% del totale nazionale.

Subito dopo troviamo due destinazioni storiche per gli amanti del mare italiano: la Toscana, con 892 attività distribuite lungo 397 km di costa (2,2 imprese ogni km) e la Liguria, con 801 imprese a presidiare 330 km di litorale (2,4 ogni km). Alla Toscana, con Camaiore (92 imprese lungo 3 soli km di costa) spetta anche il record di densità massima di attività balneari (31 imprese per km), a fronte di una media nazionale (misurata sui 770 Comuni che si affacciano sui nostri mari) che supera di poco il rapporto uno a uno tra imprese e chilometri di litorale (1,1 per la precisione).

Dal 2009 c’è stato un incremento complessivo di imprese del 26,3% pari a 1.421 unità in più. Se è vero che la presenza di imprese in questo settore si concentra maggiormente nelle regioni del Centro-Nord, le protagoniste della crescita nell’ultimo decennio sono però le regioni del Sud, decisamente lanciate al recupero delle posizioni. La crescita più rilevante in termini assoluti (+278 imprese) ha interessato la Calabria, che ha raddoppiato la dotazione del 2009. Seguono la Campania (+190 attività), la Puglia (+184) e la Sicilia (+183). In termini relativi l’accelerazione più consistente del decennio è quella della Sardegna (+144,4%). Subito dopo – al netto delle regioni interne, in cui i numeri delle attività si limitano a quelle lacustri e fluviali – le regioni più dinamiche sono la Sicilia (+71,8%), la Puglia (+63,2%) e la Campania (+42,1%).


Dal 4 al 7 marzo a Carrara la fiera Balnearia, il salone professionale dedicato al settore della balneazione e alle attività turistiche costiere; lo segnala la testata online MondoBalneare.com.

Il luogo è sempre lo stesso, il polo fieristico di Carrara, le date leggermente spostate rispetto al solito, ma è tutto pronto per la fiera di riferimento in Italia per l’ospitalità, la ristorazione, l’accoglienza e gli stabilimenti balneari. Balnearia 2022 sarà come di consueto il punto di riferimento per gli imprenditori balneari di tutta Italia prima dell’inizio della stagione estiva, anche in questo momento storico complicato. Proprio al fine di garantire un’esperienza fieristica di maggiore qualità per i visitatori, Balnearia 2022 sarà ancora più integrata con la concomitante Tirreno CT, mostra nazionale dell’ospitalità e della ristorazione.


Case history


Arte funzionale per Rimini e Roma; outdoor fitness tra pubblico e privato

È ufficiale la posa sul Parco del Mare di Rimini di MyEquilibria, struttura realizzata dalla società del Gruppo Metalco, soluzione di allenamento outdoor.

Rimini entra nel “club” mondiale delle Città Wellness in compagnia di Miami, Dubai, Barcellona, San Diego, Mosca, Hong Kong, Singapore, Montreal, Roma, Milano e centinaia di altre località di ogni latitudine, dimensione e cultura, che hanno messo al centro della loro strategia di sviluppo il benessere delle persone, offrendo a residenti e a turisti spazi pubblici attrezzati e liberamente fruibili.

A “svettare” sul panorama del Parco del Mare, di fronte al Bagno 20 di Marina Centro, sarà il MyTree, un “albero” di 7 metri. Oltre ad essere altamente funzionale ed efficace dal punto di vista tecnico-sportivo, il MyTree ha un grande impatto di immagine e di comunicazione della destinazione turistica per la sua naturale vocazione ad essere instagrammabile.

https://www.riminitoday.it/cronaca/il-parco-del-mare-entra-nel-club-mondiale-delle-citta-wellness-con-le-nuove-installazioni.html

Come richiesto dal Bando pubblico, le installazioni fisiche saranno accompagnate da un’applicazione digitale finalizzata a mettere in rete le diverse aree attrezzate e a guidare l’utente finale nei percorsi di allenamento grazie a una “libreria” di oltre 500 video tutorial ad alta definizione.


Woliba life&business park a Roma


Work, Life, Balance sono le tre componenti che determinano la qualità della vita all’interno di Woliba Life and Business Park, i cui spazi esterni e le aree dei servizi sono stati disegnati da Progetto CMR per il Fondo Laurus gestito da DeA Capital Real Estate SGR, che sorge a Roma in zona EUR all’interno di un suggestivo parco di lauri e pini marittimi.

https://woliba.it


Il percorso attraverso Woliba Life and Business Park a Roma nasce a partire dai tre Gate di ingresso in via Laurentina e in via del Serafico, e si declina nelle linee colorate che, come nastri, accompagnano i visitatori lungo un tracciato che si snoda, senza soluzione di continuità, tra spazi di lavoro e di svago, interni ed esterni. Il segno colorato che disegna i percorsi del campus, da linea a terra si trasforma nelle sedute, nei totem informativi, sino ad integrarsi nel disegno dei fronti degli edifici. Tra gli spazi più estroversi:

L’Agorà, un luogo all’aperto, fruibile anche in caso di maltempo grazie a zone riparate, dotato di panchine e tavoli ombreggiati dove poter mangiare, o organizzare una riunione en plein air, e la palestra di Woliba costituisce il luogo dedicato al benessere psico-fisico; attrezzata con macchine di ultima generazione e spogliatoi riservati. Gli allenamenti possono essere svolti in sala attrezzi, nell’area fitness o all’aperto - anch’essa ospita MyTree di MyEquilibra e altre attrezzature per l’outdoor fitness -; allenamenti che si possono fare da soli, con un personal trainer o mediante prenotazione di corsi attraverso l’app dedicata.


Bonus


Bonus mobili – anche outdoor -– ed elettrodomestici 2022: quando l’acquisto da diritto alla detrazione

Come spiegato dall’Agenzia delle Entrate, il bonus da 10 mila euro spetta anche quando i beni acquistati sono destinati ad arredare un ambiente diverso dello stesso immobile oggetto di intervento edilizio, oppure quando i mobili e i grandi elettrodomestici sono destinati ad arredare l’immobile ma l’intervento cui è collegato l’acquisto viene effettuato su una pertinenza dell’immobile stesso, anche se accatastata autonomamente.

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/bonus-mobili/infogen-bonus-mobili-cittadini

Inoltre, è importante ricordare che, per ottenere il bonus, è necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella in cui si acquistano i beni. Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile. La data di avvio dei lavori può essere dimostrata, per esempio, da eventuali abilitazioni amministrative o dalla comunicazione preventiva all’Asl, se è obbligatoria. Per gli interventi che non necessitano di comunicazioni o titoli abilitativi, è sufficiente una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

Per quanto riguarda l’acquisto di mobili nuovi, la detrazione spetta per esempio per: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione. È escluso l’acquisto di: porte, pavimentazioni (per esempio, il parquet), tende e tendaggi, altri complementi di arredo.

Vivere e lavorare all’aria aperta è un tema interessante per la progettazione ma anche per molti settori produttivi.


Appuntamento alla prossima puntata nella quale cercherò di mappare le tendenze di prodotto documentando anche qualche case history che apre a soluzioni inaspettate, in termini di spazio e del suo utilizzo.


A presto da #LaBollani